ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Come curare il torcicollo

Con l’avvento delle nuove tecnologie, stanno aumentando pericolosamente anche tutti quei disturbi muscolari causati da posture scorrette davanti al pc, come il torcicollo. Un fastidio insopportabile che ci costringe a stare fermi per qualche ora. Si può però risolvere semplicemente cambiando delle brutte abitudini che peggiorano il problema, e se questo non bastasse, esistono allora tanti rimedi naturali che vi insegneranno come curare il torcicollo.

Come curare il torcicollo con l’acqua calda

Quando i muscoli della schiena si ritraggono, le nervature si schiacciano tra loro e questo provoca il dolore di mal di schiena e torcicollo. Sarete felici di scoprire che una semplice doccia di acqua calda potrà alleviare di gran lunga il malessere. Attenzione, il getto non dovrà essere bollente, altrimenti seccherete la pelle, dovrà essere della temperatura adatta alla sopportazione del vostro corpo. Una volta che sarete sotto la doccia, mantenete la schiena dritta, aprite il getto in modo che cada direttamente su testa, spalle e collo. Sentirete subito un sollievo immediato, e questo accade perché l’acqua calda tende a sciogliere le nervature accavallate della schiena, andando così a risolvere il problema alla radice.

Come curare il torcicollo con il peperoncino

Il peperoncino, oltre ad essere una delle spezie più utilizzate nelle cucine italiane per insaporire i piatti e renderli più frizzanti, risulta essere un ottimo alleato del cuore e della circolazione sanguigna. Questo accade perché il peperoncino contiene una sostanza chiamata capsaicina, che possiede poteri analgesici e lenitivi, e allevierà quindi il dolore immediatamente. Oltretutto riesce a stimolare gli afflussi di sangue e sbloccarne la circolazione. Ottenere i suoi benefìci sul collo sarà molto semplice, basterà versare 2 cucchiai di olio al peperoncino in un pentolino, aggiungere poi qualche foglia di prezzemolo e riscaldare per qualche minuto. Quando il composto sarà pronto, prendere un panno e imbeverlo, applicare poi sulla zona interessata e lasciare agire per circa 20 minuti. Risciacquare poi abbondantemente. Ripetere l’azione anche 2 volte al giorno, quando ritenete di averne bisogno.

Come curare il torcicollo con la camomilla

La camomilla è da sempre uno dei rimedi della nonna più popolari per alleviare tanti dolori al corpo, sia internamente che esternamente. La particolarità della camomilla è quella di avere una straordinaria azione sedativa su corpo e mente, essa riesce infatti a calmare le infiammazioni, a sciogliere i nodi muscolari, a rilassare la mente rallentando i suoi ritmi, e persino a cicatrizzare le ferite. Se assunta, contribuisce poi a ripulire lo stomaco, ma ciò che è più importante ora, è che è assolutamente in grado di alleviare il dolore delle contratture che provocano il torcicollo. Basterà preparare a casa un infuso di camomilla con dell’acqua calda, prendere poi un panno di cotone e con esso, applicare l’infuso sulla zona del collo in cui si sente dolore. Si potrà subito notare che la camomilla non si farà pregare per agire, interverrà con successo sciogliendo il torcicollo e facendo sparire il malessere. Si può preparare questo rimedio ogni qualvolta si abbia la necessità, visto che è al 100% naturale e non andrà ad apportare nessun danno al corpo, anzi sarà sempre benèfico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *