ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Fughe delle piastrelle: come pulirle

Il problema delle fughe delle piastrelle in casa è estremamente comune. Su quelle del pavimento, in particolar modo, a causa del calpestio frequente che porta la polvere e la sporcizia inchiodata alle nostre suole a fissarsi sulle sottili fessure che separano una mattonella dall’altra.

Una situazione simile è da estendere al bagno: luogo per eccellenza in cui potrebbe sedimentarsi la muffa, insieme all’umidità, diventando per questo il sito prediletto per lo sporco che si insinua tra le fughe di mattonelle e piastrelle.

Il team di Fabbro Roma Riparazioni spesso si trova a dover dare consigli in merito ai clienti nonostante siano lì per un cambio serratura e da questa esigenza nasce l’idea di riproporre delle idee utili per pulire le piastrelle al meglio e ottemperare a quei piccoli lavori di manutenzione in casa che migliorano lo stile di vita degli inquilini.




Nonostante gli sforzi impiegati per pulire le superfici tutti i giorni, spesso quelle righe nere sembrano non voler cedere in alcun modo. D’altra parte, l’uso di agenti sbiancanti, in maniera frequente, potrebbe rovinare le piastrelle stesse e, in quel caso, i problemi da risolvere sarebbero due.

Allora come si può intervenire? La risposta è molto semplice: olio di gomito e uso di sostanze adatte a sciogliere lo sporco ed eliminarlo. Ecco i nostri consigli della nonna!

Fughe delle piastrelle: i rimedi

Per fare brillare le tue piastrelle, basterà affidarsi ad alcuni semplici ingredienti che avrai sicuramente a disposizione in casa e i risultati, vedrai, saranno più che soddisfacenti!

Aceto bianco:

aceto bianco funziona per pulire le piastrelle

l’aceto è tra i rimedi classici della nonna e spesso infallibili. Puoi usarlo per intervenire sulle fughe, anche per rimuovere eventuali tracce di muffa e calcare. Puoi usarlo puro o diluito con l’acqua, per lo sporco meno ostinato.

Sarà sufficiente inserirlo in un contenitore spray e spruzzarlo direttamente sulle fughe. Attendi 10 minuti e poi rimuovilo con un panno. L’aceto resta, sempre e comunque, uno degli sbiancanti ecologici più affidabili.

Bicarbonato:

bicarbonato come rimedio per una corretta manutenzione delle piastrelle

le proprietà del bicarbonato sono a dir poco straordinarie; è poliedrico e può essere impiegato sia nel campo alimentare che in quello delle pulizie domestiche. 




Per utilizzarlo sarà opportuno indossare dei guanti di gomma per proteggere le mani. Mescola il bicarbonato con acqua calda per ottenere una miscela densa e schiumosa. Dopo, con l’ausilio di un vecchio spazzolino da denti, strofina il mix sulla zona interessata e lascialo agire per circa mezz’ora . Quando lo rimuoverai, il risultato sarà piuttosto lampante.

Vapore:

vapore come rimedio per pulizia piastrelle

Il getto di vapore è senza dubbio uno dei metodi più efficaci per intervenire sulle fughe delle piastrelle.

Se possiedi un vaporetto, ti basterà usarlo per raggiungere il tuo obiettivo. Dirigi il getto direttamente sulle fughe: ti accorgerai, progressivamente, che il calore scioglierà lo sporco annidatosi.

A quel punto, non dovrai fare altro che rimuoverlo con una spazzola.

Acqua ossigenata:

acqua ossigenata per pulire piastrelle di casa e giardino

Tra i rimedi fai da te, possiamo annoverare anche  l’acqua ossigenata, purché sia a 40 volumi. Si può reperire facilmente nei negozi di bricolage e si usa, per questo impiego, miscelata con dell’amido. 

Dovrai mescolare e dar vita ad un composto. A quel punto, dovrai stenderla sulle fughe e lasciarla in posa per circa 60 minuti. Dopo il tempo previsto, potrai sciacquare il tutto

Borace:

borace per pulire piastrelle

Probabilmente vi sarà capitato di usare il borace per il bucato, eppure si rivela estremamente utile anche per combattere lo sporco nelle fughe!

Mescola il borace in polvere con dell’acqua per dar vita ad una pasta densa. Dopo, stendila sulle fughe annerite e lasciala in posa per una notte intera.

Al mattino, rimuovila con una spazzola e lava regolarmente la zona. 

Sei pronto a sperimentare uno di questi trucchetti? Siamo quasi certi di una cosa: non te ne pentirai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *