ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Luigi Ferraris: Terna sottoscrive accordo con il Comune di Matera

Terna al lavoro per la rete elettrica di Matera: l’AD e DG Luigi Ferraris commenta l’accordo raggiunto con il Sindaco della città nominata quest’anno “Capitale europea della Cultura”.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: Terna a Matera per un sistema elettrico sempre più sicuro ed efficiente

“Ringrazio per questo l’Amministratore delegato di TernaLuigi Ferraris, che ha mostrato grande sensibilità e grande attenzione per la città Capitale europea della Cultura”: intervistato da Askanews, il Sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri esprime grande soddisfazione per l’accordo sottoscritto con il gruppo lo scorso 14 giugno. Frutto di un dialogo costante e proficuo tra l’Amministrazione comunale e Terna, porterà grandi benefici ambientali ed elettrici alla “Citta dei Sassi”. “Demoliremo tutti i tralicci che attualmente sono presenti in diversi quartieri di Matera: da Via Annibale di Francia e Via Timmari alla Strada Statale 7, fino alla zona industriale” spiega l’AD e DG Luigi Ferraris. Secondo il progetto di razionalizzazione per la rete, infatti, l’abbattimento di quaranta tralicci restituirà all’incirca 37 ettari alla città. L’obiettivo è rendere il sistema elettrico locale sempre più sicuro ed efficiente, capace di fronteggiare la crescente produzione di energie rinnovabili, in linea con un ampio sviluppo civile e industriale dell’area.

Terna: il protocollo siglato con il Comune di Matera illustrato dall’AD e DG Luigi Ferraris




Il protocollo firmato per conto di Terna dall’AD e DG Luigi Ferraris ne integra uno sottoscritto nel 2008: “Gli interventi che ci impegniamo a realizzare, in stretta collaborazione con il Comune, sono il frutto di un approccio di dialogo con il territorio che rappresenta oggi, insieme alla sostenibilità delle opere e all’attenzione per l’ambiente, per il patrimonio artistico e per i territori, un valore imprescindibile nella strategia di Terna”. L’accordo prevede inoltre l’interramento della linea elettrica che dalla cabina primaria di Matera arriva a Matera Nord (circa 6,5 km): “Anche questo fa parte dello sforzo di miglioramento del nostro impatto ambientale, ma anche ricadute occupazionali perché parliamo di lavoro per le comunità locali” ha spiegato l’AD e DG, sottolineando come il protocollo confermi “lo sforzo che stiamo facendo di portare avanti un modello di partecipazione progressiva delle comunità, delle istituzioni nelle opere che facciamo e sviluppiamo sul territorio”Luigi Ferraris ha parlato anche di come il dialogo con le comunità locali rappresenti per il gruppo un valore imprescindibile nella realizzazione dei suoi progetti: “Per noi è un dovere, riteniamo giusto e corretto rappresentare alla cittadinanza ciò che stiamo facendo, condividere il progetto e ascoltare la comunità, per avere un risultato che sia di miglioramento della rete elettrica e dell’efficienza del sistema energetico e di piena accettabilità e condivisione da parte della cittadinanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *